Come realizzare un piano editoriale

piano-editoriale-social-media

Il piano editoriale è il perno intorno al quale si muove qualsiasi blog o portale che ha necessità di sviluppare contenuti. Non hai idea di cosa sia o come si sviluppi? Benissimo, allora segui questa guida e scopri come realizzare un piano editoriale di tutto rispetto e mantenere sempre elevato il tuo livello di organizzazione.

Il piano editoriale tiene in ordine le idee, ti aiuta a organizzare bene ogni passo da seguire sul blog e tiene sempre elevato il tasso di attenzione della tua utenza. Lo scopo è quello di mantenere sempre la stessa frequenza di pubblicazione sul lungo periodo, per fidelizzare i lettori e sapere sempre bene come muoversi e quali argomenti trattare.

Piano editoriale: una definizione

Piano editoriale non è sinonimo di calendario. Il piano editoriale invece è lo sviluppo di un metodo e una strategia per il proprio blog aziendale che possano portare a raggiungere gli obiettivi desiderati.

Lo scopo di un blog è quello di attirare l’attenzione verso il proprio servizio o prodotto. Quindi pubblicare contenuti relativi al proprio settore permette di essere trovati e riconosciuti da potenziali lettori e generare un interessamento per il tuo business.

Come si fa un piano editoriale?

Semplice. L’unico principio da seguire per creare il proprio piano editoriale è quello di avere ben presenti gli obiettivi che si vogliono raggiungere. Quindi la prima cosa da fare è spostare l’attenzione sugli obiettivi stessi per focalizzarli. Un consiglio è quello di farsi una serie di domande relative alla propria attività.

Cosa vuoi vendere? Quali vantaggi i tuoi prodotti o servizi porteranno agli utenti? Quali invece gli eventuali problemi. Chi ti fa concorrenza? Cosa puoi dare tu di più rispetto alla concorrenza?

L’obiettivo finale è quasi sempre, ovviamente, quello di aumentare i lead e i clienti e quindi aumentare le vendite. Ma ci sono degli obiettivi correlati che aiutano sempre a raggiungere quelli finali:

  • Aumentare la conoscenza del tuo brand
  • Migliorare il posizionamento sui motori di ricerca
  • Migliorare il rapporto con i clienti e spingerli a condividere la tua attività e contenuti

Tutti questi sono elementi centrali di qualsiasi piano editoriale che si rispetti.

Definisci la tua audience

Al centro dell’attenzione deve esserci sempre l’utente, il suo studio e la sua soddisfazione. Bisogna riuscire a individuare il target di riferimento, ovvero la tua potenziale community.

Se vuoi sfornare contenuti che gridino “LEGGIMI”, allora è importante capire bene a chi stai parlando, le persone alle quali ti stai rivolgendo.

Da dove partire per conoscere il target? Anche questo è piuttosto semplice, bisogna conoscere le loro abitudini sul web e studiare il comportamento sui vari siti, sui social network, nei commenti, ma anche e soprattutto nei Forum.

Una volta che il tuo blog incamera visite con costanza ti verranno in aiuto diversi tool che ti aiutano a studiare l’audience. Ad esempio puoi usare Google Analytics per conoscere il comportamento dei tuoi utenti e raffinare le tue strategie.

Per conoscere più da vicino la tipologia di lettori che potrebbe essere interessata ai tuoi contenuti puoi anche iscriverti in prima persona gruppi e pagine dove si trattano argomenti affini a quelli della tua azienda.

Così potrai conoscere:

  • Problemi e necessità degli utenti
  • Il loro linguaggio e come si esprimono
  • Il loro bagaglio culturale e le preferenze

Definire-il-target

Infine si può sempre chiedere direttamente facendo un po’ di sana digital public relation. Puoi interagire con loro facendo domande che possano esserti utili a creare un piano editoriale efficace e soddisfare le esigenze profonde dell’utenza.

Infine la SEO può essere molto di aiuto per il tuo piano. In particolare una ricerca e pianificazione delle parole chiave permette di capire all’istante quali sono le cose ricercate dal tuo potenziale pubblico.

Ora viene il calendario editoriale

Solo ora viene il momento di creare il tuo calendario editoriale. Esso infatti non è da confondere con il piano editoriale, ma è parte integrante di esso.

Bisogna organizzare la pubblicazione dei contenuti secondo scadenze prefissate. Alla fine non è molto importante la cadenza che scegli di adottare, concentrati solo sul restare sempre fedele al momento di pubblicazione prescelto, che sia giornaliero settimanale o mensile.

Sarà così che diventerà un appuntamento fisso per i tuoi lettori.

Importantissimo è creare collegamenti tra i vari articoli per permettere al lettore di spaziare e approfondire un argomento e non lasciare il tuo blog.

Share This Post
Ti è piaciuto l'articolo?
0 0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>