Contenuti per aziende: l’importanza del lavoro di revisione

I contenuti per aziende si rivelano fondamentali per un’attività di Digital PR e/o una strategia di link building, a patto che siano di alta qualità. Il livello di un testo di questo tipo viene determinato, quindi, tanto dal rispetto delle regole SEO, quanto – aspetto altrettanto importante, da non sottovalutare – da quello della lingua italiana. Il tutto per garantire un risultato finale efficace e al tempo stesso gradevole, d’impatto.

Per assicurare alle imprese testi curati in ogni dettaglio, si rende necessario affiancare al lavoro di stesura, cui si occupano i copywriter, quello della revisione dei contenuti da loro realizzati, che spetta agli editor. Si tratta di una mansione che, nel mio caso specifico, è caratterizzata da varie fasi, tutte di primaria importanza.

Revisione e SEO

Un articolo realizzato per una strategia di link building deve avere al suo interno anchor text adeguatamente valorizzate. La revisione è necessaria ogniqualvolta un link venga inserito nel testo dal copywriter in modo macchinoso e non risulti ben amalgamato nel discorso, così come nel caso in cui venga presentato in modo troppo promozionale.

Il web editor, in questi casi, interviene per rendere la presenza del link il più naturale possibile, andando a costruire tutto intorno un periodo che vada a fornire un contesto appropriato, che renda credibile l’inserimento dell’anchor.

Sempre a proposito del link, in fase di revisione non si deve essere parchi di scrupolosità. È bene controllare ogni volta la correttezza del collegamento ipertestuale, così da poter intervenire subito nel caso di involontarie alterazioni determinate dai copy.

In ottica SEO, è molto importante anche verificare in che modo siano state proposte le cosiddette keyword all’interno del contenuto. Una proposta varia e distribuita lungo tutto il testo è preferibile rispetto alla ripetizione esasperata di un’unica parola chiave. La revisione interviene andando a sfumare l’eventuale riproposizione insistente, optando per keyword simili e ugualmente efficaci: la differenziazione rende il contenuto certamente più credibile.

Anche il grassetto gioca un ruolo importante in un articolo: è opportuno sottolineare keyword o concetti chiave sempre diversi, senza mai abbondare. Un testo troppo grassettato rende più difficoltosa la lettura e non agevola il posizionamento di determinate parole chiave sui motori di ricerca. Una revisione scrupolosa si occupa, quindi, anche di togliere eventuali grassetti in eccesso o di aggiungerli, qualora mancassero.

La forma e il contenuto di un testo

Parallelamente al controllo del contenuto guardando alla SEO, va svolta la revisione che mira a ottenere la massima qualità anche dal punto di vista della forma e della correttezza linguistica.

L’individuazione dei refusi
Innanzitutto, nel processo si individuano ed eliminano tutti gli eventuali refusi, per ottenere un testo ortograficamente e grammaticalmente corretto.  Si tratta della tipologia di errori in cui è più frequente imbattersi, per diverse ragioni.

Per prima cosa, è bene ricordare che una digitazione sbagliata non sempre dà luogo a una segnalazione da parte degli strumenti di correzione dei programmi di videoscrittura. Ecco dunque come si spiega il fatto che un copywriter possa non accorgersi, per esempio, di una mancata concordanza, di un’omissione o di una preposizione inappropriata, nella fase di rilettura del proprio elaborato.

Al di là della professione svolta, inoltre, è scientificamente provato come qualsiasi persona tenda a leggere quanto scritto di suo pugno sovrapponendo nella mente la versione ideale e quella reale del proprio lavoro. In alcuni casi, quindi, è proprio il meccanismo neuronale a rendere impossibile l’individuazione di un errore che si è commesso. La revisione svolta da una figura esterna e professionale permette di scardinare il problema e apportare tutte le modifiche necessarie.

Leggibilità e coerenza del contenuto

Una volta eliminati gli errori di battitura, si passa a una lettura più immersiva del testo. In questa fase, è importante assicurarsi che lo scritto sia leggibile e coerente. Sono due peculiarità fondamentali perché un contenuto risulti piacevole e comprensibile in tutte le sue parti.

Un articolo efficace deve essere caratterizzato da periodi il più possibile brevi, dalla sintassi prevalentemente paratattica. Il lavoro di revisione si rende necessario per spezzare frasi troppo lunghe oppure alleggerirle, nel caso siano presenti troppe subordinate. Il controllo della punteggiatura avviene pure in questa fase per verificare garantisca un’adeguata leggibilità del testo ed eventualmente intervenire con aggiunte o rimozioni.

È a questo punto che occorre prestare la massima attenzione anche al lessico utilizzato dal copywriter, andando per prima cosa a rimuovere eventuali espressioni colloquiali, che inevitabilmente abbasserebbero il livello qualitativo del testo. Stesso discorso si applica alle ripetizioni, che in fase di revisione vanno sempre sostituite con sinonimi o perifrasi.

Va tenuto conto di dove sarà pubblicato il testo, invece, per determinare se sia opportuna o meno la presenza di tecnicismi poco noti, che talvolta rischierebbero di non essere compresi dal target di riferimento della pubblicazione.

La coerenza di un contenuto viene garantita da uno sviluppo organico dello stesso. L’intervento del web editor è fondamentale per raccordare eventuali porzioni di testo tra loro troppo slegate. In questi casi si può scegliere di procedere seguendo due diversi metodi: quello conservativo, in cui non si interviene quasi per niente sullo scritto, perché le parti sconnesse permettono di essere adeguatamente “isolate” e organizzate in paragrafi; quello invasivo, quando la revisione si traduce nell’elaborazione di brevi frasi necessarie per creare i giusti collegamenti tra due o più periodi.

L’autorevolezza di un contenuto

L’ultima, importante fase del mio lavoro di revisione riguarda l’accertamento della veridicità di dati e nozioni riportati all’interno del contenuto.

Un testo di qualità deve essere necessariamente anche autorevole, quindi è sempre bene controllare che vengano riportate informazioni corrette in merito a:

  • Date di fatti di cronaca ed eventi storici;
  • Percentuali di analisi statistiche;
  • Luoghi geografici;
  • Virgolettati ripresi da testate giornalistiche.

In questi e altri casi, sarà sufficiente effettuare un rapido controllo su un qualsiasi motore di ricerca per determinare se sia necessario o meno intervenire sull’articolo. Come si è visto, dalla stesura alla revisione il lavoro che si cela dietro alla realizzazione di un contenuto per aziende è vario e articolato e lascia intendere come sia fondamentale anche la piena collaborazione tra copywriter ed editor, affinché ogni step venga svolto senza rallentamenti e in modo ottimale. In questo modo, sarà possibile ottenere il massimo risultato, vale a dire fornire contenuti di alta qualità nel minor tempo possibile.

FRANCESCA DELUCA È LA RESPONSABILE DELLA REVISIONE CONTENUTI PER LE ATTIVITÀ DI LINK BUILDING DI TILINKO. SI OCCUPA DI CONTROLLARE E VERIFICARE CHE TUTTI I CONTENUTI PRODOTTI SIANO IN LINEA CON LE RICHIESTE DEI CLIENTI E REALIZZATI SECONDO ALTI STANDARD QUALITATIVI.

Share This Post
Ti è piaciuto l'articolo?
0 0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>