Indicizzazione dei contenuti delle App

L’indicizzazione dei contenuti delle app è un argomento tecnico e importante e fa parte di quel trend che vede l’aumento della ricerca da dispositivi mobile. Oggi i contenuti delle app si indicizzano come i contenuti dei canonici siti web, per questo è indispensabile la loro cura e ottimizzazione lato seo.

Questo vuol dire che se facciamo una ricerca dal nostro telefono o tablet Google ci mostrerà anche i contenuti delle app tra i risultati della ricerca. Dal punto di vista SEO, l’indicizzazione dei contenuti delle app è importantissimo perché questo genera traffico in entrambe le direzioni, potenziando il sito web e il traffico che arriva alle app.

Perché l’indicizzazione è importante secondo Google

Per Google l’indicizzazione delle App è molto importante e porta dei benefici evidenti. Google, infatti, sostiene che, nel tentativo di ottimizzare sempre più il risultato di ricerca e fornire, quindi, l’esatta risposta alla ricerca degli utenti, i contenuti delle app diventano un plus. Ma c’è una cosa che è importante fare, ed è la cura dei contenuti sia web che per le versioni mobile. Queste ottimizzazioni serviranno a migliorare il posizionamento delle app.

Quando l’app appare nel risultato di ricerca sul web si potrà aprire l’app, qualora fosse già installata sul nostro dispositivo, oppure installarla, qualora non lo fosse già. Quindi se tra i risultati troviamo contenuti delle app è perché l’algoritmo ha inserito quei contenuti tra quelli importanti e risolutivi per determinate query di ricerca.

Il caso studio di Aliexpress, il gigante ecommerce della vendita al dettaglio, mostra come l’app indexing ha agevolato e portato tantissimo traffico all’app ma soprattutto porta traffico in target e agevola l’utente nel trovare subito quello che cerca.

Come consigliato anche da Google, è possibile, anche, indicare quali contenuti si vuole escludere dai risultati di ricerca creando un file noindex.xml.

L’importanza dell’indicizzazione App per il marketing

Ottimizzare i contenuti delle app per la ricerca offre innumerevoli opportunità per la Seo e per il marketing perché eleva queste due ad un livello più alto, ponendo delle sfide che se vinte porteranno un’infinità di risultati positivi in termini di conversioni. Il marketing deve necessariamente interfacciarsi con le app e con i contenuti, un processo decisamente complesso ma dalle mille occasioni.

Utilizzare il deep linking, con il quale si riesce a portare l’utente a una sezione specifica dell’app è importante perché assicura una fluidità nell’esperienza degli utenti senza interruzioni. Ed è quello che gli utenti cercano, oltre a essere un modo per evitare che gli utenti stessi abbandonino il sito o l’app e non facciano più ritorno. Il deep linking, inoltre, consente ai marketer di personalizzare l’offerta e aumentare il coinvolgimento degli utenti.

Tendenzialmente si tende ad utilizzare i deep link per portare e, quindi, indirizzare gli utenti dal sito alle app o meglio a sezioni specifiche delle app.

Perché le app sono così importanti per il tuo business

Ormai anche le piccole aziende si stanno organizzando con app dedicate per i propri servizi, non essendo più un’esclusiva di noti Brand o grandi aziende. Compreso a pieno che l’indicizzazione delle app e dei contenuti è fondamentale per tutte quelle ragioni di cui abbiamo parlato finora, è importante capire perché le app sono uno strumento efficace per il business. Lo strumento delle app è utile ed efficace per il semplice fatto che rappresenta una strategia di marketing potente, capace di canalizzare gli interessi degli utenti, fidelizzarli e aumentare il Trust.

Chiaramente questa importanza va di pari passo con l’aumento della ricerca da mobile e con un aumento delle ore medie trascorse sui dispositivi mobile dagli utenti. Un’app dedicata per i tuoi servizi gli dà valore agli occhi degli utenti e aiuta nella costruzione di un marchio riconosciuto a livello globale.

Avere un’app dedicata, inoltre, permetterà al tuo business di avere una marcia in più rispetto ai competitor, oltre a portare la tua strategia di marketing ad un livello superiore. In poche parole le app offrono alle aziende di aumentare le vendite, migliorare la percezione del Brand e aumentare l’engagement.

App indexing, un aiuto per la SEO

Alexandre Jubien, Mobile Strategist di ThinkMobile, ha dichiarato: “In teoria un’app indicizzata è vista come mobile friendly da Google che è ovviamente ottimo per la SEO”. E come dargli torto? Abbiamo visto come il deep linking sia davvero utile e lo è proprio per dare visibilità ai contenuti delle app e aumentare la percentuale di click.

Il lavoro della Seo nel caso dell’indicizzazione delle app è far si che il maggior numero di utenti possibile trovi l’app ma che, soprattutto, una volta scaricata, inizino ad usarla quotidianamente aumentando la percentuale di minuti trascorsi sull’app. Se Google stabilisce che il contenuto dell’app è interessante per quella determinata ricerca dell’utente, sarà Google stesso a consigliare all’utente di installare l’app. Per questo il lavoro della Seo è di lavorare sui deep link e utilizzare tutti gli strumenti che consentono di controllare e intervenire sull’indicizzazione delle app.

Il futuro delle app

Secondo il report pubblicato da fatbit.com, nel 2017 sono state scaricate 178 miliardi di app sui telefoni degli utenti del pianeta con previsioni di 258 miliardi nel 2022. È un dato davvero impressionante che chiaramente tiene conto di app scaricate più e più volte ma che racconta moltissimo sui trend dei prossimi anni.

Il rapporto di fatbit.com ci parla anche di quello che ci dobbiamo aspettare dal 2020, anno in cui saranno importantissime le esperienze offerte agli utenti, la sicurezza e protezione dei dati (le app per l’home banking si sono già adeguate ai nuovi sistemi di protezione), e anno che vedrà la crescita esponenziale delle applicazioni di realtà aumentata e virtuale e le cosiddette app istantanee, app che funzionano senza la necessità di essere scaricate.

La questione principale, quando parliamo delle app, è la necessità di offrire un’esperienza più coinvolgente agli utenti quando utilizzano una determinata app. Ci sono ancora difficoltà, infatti, nel far scaricare nuove app e nelle percentuali di utilizzo delle stesse. È sempre più difficile, infatti, trovare il giusto coinvolgimento degli utenti.

Ciò non toglie che le app siano uno strumento straordinario su cui c’è ancora tantissimo da lavorare e che hanno intrinseco un potenziale enorme che ha solo bisogno di essere sfruttato nel giusto modo.

Share This Post
Ti è piaciuto l'articolo?
0 0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>