Lavorare come copywriter: cosa significa

Copywriter, webwriter, seo specialist. Sono questi solo alcuni dei nomi un po’ strani delle professioni che girano oggi sul web. Facile fare confusione quando si fa fronte a un numero così importante di novità.

Qui però ci concentriamo solo su una figura professionale, per far luce su quello che è il suo ruolo e le competenze che deve necessariamente avere: il copywriter.

copywriter-working

Cosa significa essere un copywriter? In cosa consiste il suo lavoro? E infine: si può veramente guadagnare scrivendo online? Se queste sono le domande che ti frullano in testa non perdere il prosieguo di questo articolo perché ti sveliamo tutti i segreti di questo mestiere.

Chi è il Copywriter?

C’è chi lo definisce un artista della parola, un professionista della comunicazione, lo scrittore 2.0. La tecnologia se da un lato rischia di rendere molte competenze dell’uomo inutili e obsolete, dall’altro crea anche nuovi sbocchi lavorativi e uno dei campi più fiorenti in rete è proprio quello della scrittura.

Il copywriter in un certo senso è uno scrittore, ma rappresenta di certo una evoluzione dello scrittore classico. Non se ne sta li a stendere romanzi, ma a volte può scrivere testi che in poche righe racchiudono tutto il significato di cui si necessita.

Chi è già un copywriter e fa questo di mestiere non esita a definirsi un professionista della parola. Qualcuno che con l’esperienza è diventato capace di suscitare emozioni tramite la scrittura. Di ricamare concetti con le parole che poi restino impressi nella memoria, che smuovano e spingano all’azione.

Qual è il lavoro di un copywriter?

Il compito di un Copy è quello di creare testi, in sostanza. Testi di ogni tipo, quindi una delle sue caratteristiche principali è innanzitutto la versatilità.

Un copywriter può scrivere di tutto, o per lo meno tutte le tipologie di testi che sono utili sul web. È in grado di creare una landing page, di fare un comunicato stampa, di scrivere il testo di 2 righe di una Ads su Facebook, ma anche di trovare le parole giuste per descrivere i servizi e prodotti di un’azienda.

Potenzialmente il copywriter è anche uno che conosce bene il web e i suoi meccanismi e quindi molto spesso è anche esperto di SEO (search engine optimization). Il suo compito è in effetti spaccato a metà:

  1. In primis il suo lavoro è quello di scrivere contenuti accattivanti e coinvolgenti per gli utenti. Testi che spingano all’azione in qualche modo. Che sia lasciare un commento, una email, acquistare un certo prodotto o servizio, far innamorare l’utente di un certo prodotto o servizio, raccontare la storia di un’azienda o di un brand etc…
  2. In secundis parte integrante del suo lavoro se si occupa di blogging personale o aziendale è quello di facilitare il posizionamento dei suoi contenuti su Google in modo tale da migliorare la visibilità, le visite e il traffico di un sito.

Come si diventa Copywriter?

Per diventare un Copy non basta certo sapere un buon italiano e saper scrivere alla tastiera. Ci vuole un certo percorso che porti ad acquisire certe competenze utili per fare bene il proprio mestiere.

Nemmeno chi semplicemente ha gestito un blog in passato può davvero dirsi un copywriter. Non basta aver curato qualche articolo per poter dire “Ok da oggi sono un Copy a tutti gli effetti”.

Aprirsi un blog però può essere un ottimo primo passo per cominciare a esercitarsi e imparare tutto quello che riguarda questo lavoro.

In sostanza bisogna imparare a produrre contenuti:

  • Utili
  • Di qualità

Il consiglio migliore che si può dare è quello di leggere moltissimo sull’argomento. Questo garantirà quella base di conoscenze teoriche che possono aiutare a diventare nel tempo un grande Copy e riuscire davvero a emozionare con le parole.

Share This Post
Ti è piaciuto l'articolo?
0 0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>