Sito web o blog: che cosa è meglio?

È meglio un sito web o un blog? O… entrambi? La domanda può sembrare banale ma, in realtà, è ben più concreta e programmatica di quanto si possa pensare. Considerato ciò, niente di meglio che impiegare qualche minuto del nostro e del vostro tempo per poter condividere qualche riflessione su questo tema, e scoprire quale possa essere la soluzione ideale per il vostro progetto.

Quali sono le differenze tra sito web o blog

Per poter arrivare a rispondere al quesito protagonista del nostro approfondimento odierno, giova compiere un passo indietro e cercare di comprendere quali siano le differenze tra un sito web e un blog.

In tal senso, non occorre essere dei grandi esperti nel ritenere che si tratta di due strumenti di comunicazione molto diversi per stile, esigenze, aggiornamento e… non solo. Se infatti il sito web è un insieme di pagine ricche di informazioni, tipicamente utilizzate per poter caratterizzare una comunicazione di tipo unidirezionale, il blog si concretizza come una sorta di “agenda” digitale, un diario in cui le notizie pubblicate appariranno agli occhi dell’utente in ordine cronologico.

Insomma, pensate al sito web come a una sorta di vetrina, e al blog come a uno strumento di interazione, in cui l’utente può interagire mediante i suoi commenti.

Cosa scegliere tra sito web e blog?

Se quanto sopra è sufficientemente chiaro, dovrebbe esserlo altresì il fatto che la scelta tra sito web e blog non è per niente semplice, soprattutto se non avete le idee chiare in merito.

Vediamo allora perché scegliere la prima forma della comunicazione, o la seconda, con qualche pro & contro di entrambe.

Scegliere un sito web

Il sito web – come abbiamo già anticipato in parte nelle righe che precedono – potrebbe essere una scelta ideale se il vostro obiettivo è quello di creare una sorta di “vetrina” dei vostri prodotti o dei vostri servizi, o più in generale per poter diffondere online una serie di informazioni che gli utenti possono consultare in maniera ordinata.

In questo modo andrete a realizzare una comunicazione unilaterale, che partirà da voi e terminerà nella mente del visitatore. Certo, l’utente non commenta e non interagisce direttamente, ma potrà pur sempre contattarvi via email o mediante il form online che troverà sul sito. Tuttavia, ai nostri fini, non ci sono margini di discussione stimolante, come invece potrebbe avvenire con un blog.

Dunque, il sito web potrebbe essere un  mezzo di comunicazione ideale per tutti coloro i quali vogliono mostrare i propri prodotti e i propri servizi a una platea di potenziali utenti. Si pensi a un ristorante, a una web agency, a un locale, e – più in generale – a tutti coloro i quali desiderano mettere in vetrina la propria proposta per trovare nuovi clienti.

Scegliere un blog

Di contro, il blog è uno strumento utile per poter trasformare la comunicazione unidirezionale di un sito web in un mezzo di comunicazione bidirezionale: il flusso non è dunque a senso unico, da voi all’utente, bensì in grado di generare immediati flussi di ritorno, considerato che in questa relazione più “equa”, l’utente può commentare e dialogare con voi in modo tempestivo e più pratico. Insomma, in virtù del blog si può informare l’utente e interagire direttamente con lui, andando a stimolare un rapporto più continuo e valorizzante.

Non è questa, comunque, l’unica differenza tra un sito web e un blog. Pragmaticamente, a differenza della homepage di un sito web, la pagina principale di un blog subirà una continua variazione, in concomitanza con la pubblicazione dei nuovi articoli. D’altronde, uno dei principali scopi del blog è quello di permettere che l’utente possa trovare contenuti sempre freschi da leggere e da condividere e, dunque, non c’è da stupirsi che proprio questo maggiore “dinamismo” sia ricercato da parte del gestore del blog desideroso di fornire contenuti sempre nuovi agli utenti.

Blog o sito web?

A questo punto, possiamo cercare di trarre qualche conclusione finale. Ovvero: è meglio un blog o un sito web?

Fermo restando che molto dipenderà da quel che volete fare, il blog rappresenta certamente uno strumento del quale è sempre più difficile fare a meno, considerato che la tendenza evolutiva è quella dell’interazione, e non certo quella dell’analisi passiva dei contenuti online da parte del lettore. Intuibilmente, nulla vi vieta di integrare il sito web con il blog, dedicando una sezione del primo al secondo.

E voi che cosa ne pensate?

Share This Post
Ti è piaciuto l'articolo?
0 0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>